Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Rimpatri e rimpatri sanitari

 

Rimpatri e rimpatri sanitari

 

RIMPATRI E RIMPATRI SANITARI

Un settore dell'attività di assistenza ai cittadini italiani all'estero riguarda il rimpatrio dei connazionali che si trovino in condizioni di gravi difficoltà, non superabili in loco.                  
Questa Ambasciata può provvedere, in collaborazione con gli enti italiani territorialmente competenti (Prefetture, Questure, Comuni, Aziende Sanitarie Locali, Servizi Sociali), al rimpatrio dei cittadini italiani residenti, in stato di indigenza, che versino in gravi condizioni di salute e necessitino di ricovero in Italia, nonché  dei minori italiani in stato di abbandono.
I rimpatri a carico dell'Erario sono limitati ai casi di comprovata indigenza verificati da questa Ambasciata.

RIMPATRIO SALME

Questa Ambasciata fornisce assistenza in caso di rimpatrio di salme di cittadini italiani deceduti all’estero, provvedendo alla richiesta di autorizzazione al Comune italiano per la tumulazione della salma o delle ceneri e al rilascio dell'autorizzazione per l'espatrio.

Al fine di ottenere l'autorizzazione per l'espatrio il richiedente dovrà presentarsi, eventualmente tramite l’agenzia delle onoranze funebri, previo appuntamento, presso questa Sede e produrre la seguente documentazione:

a) certificato di morte;
b) certificato della competente Autorità sanitaria locale dalla quale risulti che sono state osservate specifiche prescrizioni igieniche di sicurezza;
c) certificato che attesti il decesso in zona esente da malattie infettive e di natura endemica;
d) certificato di imbalsamazione;
e) copia del passaporto/Carta d’Identità italiani del defunto;
f) dettagli del cimitero in Italia dove avverrà la tumulazione;
g) altri eventuali documenti e dichiarazioni che il Ministero della Sanità dovesse prescrivere in rapporto a situazioni determinate.

La documentazione dovrà essere anticipata a questa Ambasciata (prima dell’appuntamento) al numero di fax: 01 6602186.

Questa Ambasciata non può, salvo casi di comprovata indigenza, assumere oneri finanziari connessi al rimpatrio della salma o alla sepoltura in loco.

È peraltro possibile rivolgersi alle Regioni ed agli enti locali per eventuali rimborsi o contributi.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web del Ministero degli Affari Esteri

 

 


 


44