Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Sanitaria ed economica

 

Sanitaria ed economica

 

ASSISTENZA SANITARIA

I cittadini italiani non residenti nella Repubblica d'Irlanda, possono fruire dell’assistenza sanitaria diretta (cure ambulatoriali, ricoveri ospedalieri ed assistenza farmaceutica) presentando la documentazione prevista dai Regolamenti comunitari o dai singoli accordi.

Per avere informazioni sul diritto all’assistenza sanitaria durante un breve soggiorno in Irlanda (per motivi di studio/lavoro/turismo) si consiglia di utilizzare la  guida del Ministero della Salute "Se parto per..." indicando l'Irlanda come destinazione dle viaggio e le caratteristiche del soggiorno (studio, lavoro ecc)

Per avvalersi delle cure medicalmente necessarie, urgenti e non, è necessario esibire la TEAM (Tessera Europea Assicurazione Malattia). Per maggiori informazioni sulla tessera TEAM si rimanda al sito web del Ministero della Salute

I cittadini italiani che trasferiscono (o hanno trasferito) la loro residenza in Irlanda, all’atto della cancellazione dall’anagrafe comunale e della iscrizione all’AIRE, perdono generalmente il diritto all’assistenza sanitaria in Italia, con alcune eccezioni. A chi rientra temporaneamente in Italia, sono riconosciute, a titolo gratuito, le prestazioni ospedaliere urgenti per un periodo massimo di 90 giorni (per ogni anno solare). Per maggiori informazioni consultare il sito del Ministero della Salute al link 

I cittadini italiani residenti in Irlanda dovranno pertanto utilizzare il servizio sanitario irlandese. Per tutte le informazioni si consiglia di consultare direttamente il sito citizeninformation.ie gestito dal Governo irlandese ai link:

http://www.citizensinformation.ie/en/health/ 
http://www.citizensinformation.ie/en/health/medical_cards_and_gp_visit_cards/medical_card.html 

 

ASSISTENZA ECONOMICA

Al cittadino italiano residente stabilmente nella Repubblica d'Irlanda e che si trovi in situazione di comprovata indigenza e necessità questa Ambasciata può, compatibilmente con i fondi disponibili iscritti a bilancio, erogare un sussidio avente carattere di assoluta eccezionalità (es.: ritardo nell'arrivo dell'assegno di assistenza governativa, condizioni mediche che comportano straordinarie spese mediche, dietetiche o farmaceutiche non coperte dall'assistenza locale, ecc.).

Il connazionale indigente dovrà provare la sua condizione di eccezionale necessità esibendo la documentazione che gli verrà richiesta. I sussidi non possono comunque superare il limite massimo stabilito dalle disposizioni ministeriali.

Al cittadino italiano residente in Italia o in altra circoscrizione consolare che si trovi ad affrontare difficoltà economiche impreviste (es.: a causa di furto di denaro e/o altri documenti) e che non possa avvalersi dell’aiuto di familiari o terze persone anche attraverso società abilitate al trasferimento di contanti (es.: Western Union, FTT Currency Money Transfer, LCC International Money Transfer, Skrill, ecc.), può essere eventualmente concesso un prestito, che l’interessato si impegna a restituire all’Erario. La concessione del prestito è comunque subordinata alla valutazione di questa Ambasciata.

 


43