Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Viaggiare_in_irlanda

 

Viaggiare_in_irlanda

 

LAVORARE E VIVERE IN IRLANDA

LA CIRCOLAZIONE STRADALE IN IRLANDA

 

PRIMA DI PARTIRE
Ai cittadini italiani, in quanto appartenenti alla UE, non è richiesto alcun visto. E’ quindi sufficiente esibire passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio.
Non sono obbligatorie né necessarie vaccinazioni, a meno che non si provenga da un paese dove sono in corso infezioni o epidemie.
I viaggiatori provenienti dai paesi dell’UE non sono tenuti a rilasciare dichiarazioni alla dogana. Per questioni di sicurezza e salute della persona e l’ambiente esistono comunque restrizioni o proibizioni riguardo all’importazione di alcune merci, tra cui carne e pollame.
Per quanto riguarda l’assistenza medica, i viaggiatori italiani in Irlanda sono tutelati dai regolamenti europei di sicurezza sociale: devono portare con sé la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), entrata in vigore dal Novembre 2004, che permette di usufruire delle prestazioni sanitarie coperte in precedenza dal modello E111.

INFORMAZIONI GENERALI
Nella Repubblica d’Irlanda è in uso l’euro, mentre in Irlanda del Nord è in uso la sterlina inglese.
L’Irlanda si trova sul GMT (Greenwich Mean Time) e quindi è un’ora indietro rispetto all’Italia. Anche qui vige l’ora legale, dalla metà di marzo alla fine di ottobre (gli orologi vengono spostati avanti di un’ora).
L’inglese e l’irlandese (gaelico) sono gli idiomi ufficiali nella Repubblica. Cartelli e segnali stradali sono bilingue. Nelle aree Gaeltacht il gaelico è la lingua in uso, ma tutti parlano comunque l’inglese.

       
Tipperary -Croce Celtica




La popolazione della Repubblica attualmente si attesta sui 4.240.000 abitanti. Nella moderna Irlanda il fenomeno immigrazione supera quello dell’emigrazione, grazie in parte al boom economico della cosiddetta “Tigre Celtica” negli anni ‘90. L’Irlanda del XXI secolo è un paese completamente nuovo: sul suo suolo vi è una predominanza di giovani (oltre metà della popolazione è sotto i 30 anni). Allo stesso tempo è un paese che ama fortemente le tradizioni.

COME ARRIVARE
L’isola di Smeraldo è facile da raggiungere, grazie a numerosi voli internazionali da tutto il mondo e frequenti collegamenti via traghetto, che fanno scalo in 6 porti dislocati lungo le coste irlandesi. Voli diretti della compagnia low cost Ryanair e di Aer Lingus collegano l’Irlanda con le principali città italiane.

MUOVERSI SULL’ISOLA
Per girare l’Irlanda in libertà, si può noleggiare l’automobile; le principali compagnie di autonoleggio hanno sportelli negli aeroporti, ai terminal dei traghetti e nelle grandi città. Solitamente le auto non vengono noleggiate a persone di età inferiore ai 21 anni (in alcuni casi 25 anni) e superiore ai 70 anni. La guida in Irlanda è sulla sinistra e i limiti di velocità sono di 50 km/h nelle aree urbane, 100km/h su strade extraurbane e 110km/h sulle autostrade.
Per saperne di più su tutti gli autonoleggi in Irlanda: Car Rental Council.
Numerosi voli interni e traghetti conducono da una parte all’altra del paese. Le compagnie aeree locali sono: Aer Arann, Aer Arann Islands, Aer Lingus, operative sui principali aeroporti internazionali e domestici dell’isola, come Dublino, Shannon, Belfast, Derry, Donegal, Galway, Kerry, Knock e Sligo, così come sullo scalo regionale di Aran Islands.
Si può tranquillamente girare l’isola alternando treno e autobus, ma è consigliato verificare i collegamenti e consultare sempre bene gli orari.
Per maggiori informazioni: Bus Éireann, Irish Rail.

PERNOTTAMENTO

L’Irlanda offre una vasta gamma di alloggi: alberghi, che vanno dai pub di paese ai castelli medievali; Guesthouses (pensioni); i tipici “Bed and Breakfast” (B&B); case in affitto; ostelli e campeggi.  

GEOGRAFIA E CLIMA
L’isola d’Irlanda raggiunge una lunghezza massima di 450 km e una larghezza massima di 300 km. Il suo paesaggio offre tante esperienze diverse: dalle brumose paludi ai verdissimi pascoli, dalle più impervie montagne alle spiagge bianchissime, dalle valli ai fiumi e ai laghi. Davvero spettacolare è la costa, con insenature scoscese, cale e baie formate nel tempo dall’Oceano Atlantico, dal Mar Celtico e dal Mare d’Irlanda.
Il clima è tipicamente oceanico, caratterizzato da forte variabilità, alta piovosità e temperature relativamente miti considerata la latitudine, grazie all’effetto della corrente del Golfo. Le temperature estive si aggirano solitamente sui 15-20ºC; quelle primaverili e autunnali si attestano sui 10ºC, mentre la media invernale è di 5-8°C.

PROVINCE E CONTEE
L’isola è divisa in quattro Province: Ulster, Munster, Leinster e Connaught. Queste sono a loro volta suddivise in contee, 32 in totale, di cui 26 sono di competenza della Repubblica d’Irlanda e le rimanenti 6 dell’Irlanda del Nord.

Connaught
Le contee della Provincia del Connaught sono: Galway, Leitrim, Mayo, Roscommon e Sligo. L’antica Provincia del Connaught, sulla costa occidentale dell’isola, è caratterizzata da una straordinaria varietà di paesaggi bellissimi, tra cui quelli celebri del Connemara, considerato il vero smeraldo d’Irlanda perché costituito da un ambiente incontaminato e naturale. Noto soprattutto per i numerosi sentieri per andare a cavallo, il Connemara è un vivace mosaico di aspre montagne, vallate solitarie, laghi, spiagge dorate sull’Oceano Atlantico.  
 
The Twelve Bens - Connemara




Galway città è la capitale dell’Ovest, nonché la terza città più grande in Irlanda, dopo Dublino e Cork. Centro universitario, Galway possiede un fiero attaccamento alle sue origini gaeliche. Di fronte alla baia di Galway si trovano le isole Aran, raggiungibili in aereo o in traghetto.


Dún Aengus – Inishmór - Aran Islands




Leinster 
Le contee della Provincia di Leinster sono: Carlow, Dublino, Kildare, Kilkenny, Laois, Longford, Louth, Meath, Offaly, Westmeath, Wexford e Wicklow.
In questa Provincia sono concentrati uno straordinario patrimonio storico e più della metà della popolazione della Repubblica, attratta qui dall’affascinante contrasto tra città moderne e vivaci e una campagna incantevole e silenziosa. La capitale Dublino è il principale centro economico e culturale del paese. Meta d’immigrazione da ogni angolo dell’Irlanda, l’area metropolitana di Dublino si estende lungo l’arco formato dalla Dublin Bay. Le principali arterie commerciali della città sono O’Connell Street, Henry Street e Grafton Street; immediatamente a sud, oltre l’O’Connell Bridge, si estendono il quartiere di Temple Bar, noto per la vita notturna, e il complesso del celebre Trinity College, una tra le più prestigiose università d’Irlanda. Dublino ospita inoltre il parco cittadino più vasto d’Europa, il Phoenix Park.

Dublin Castle Dublin Castle

 

 

Saint Patricks Cathedral Saint Patricks Cathedral

 

 

 

Molly Malaone Statue, Grafton Street - Dublin Molly Malaone Statue, Grafton Street - Dublin

 

 

 

 

 

Trinity College - Dublin Trinity College - Dublin

 

 

 

O’Connell Bridge O’Connell Bridge

Nei dintorni della capitale vale la pena di visitare delle deliziose località di mare, come Howth, Dalkey, Killiney, Bray, ben collegate a Dublino con la linea ferroviaria elettrica DART (Dublin Area Rapid Transit).
Si trovano nel Leinster anche Newgrange e Knowth, tombe megalitiche risalenti al 3200 a.C. che costituiscono il più significativo sito neolitico d’Europa; il Parco Nazionale di Wicklow Mountains, con il monastero di Glendalough del VI secolo; e Kilkenny con le sue architetture normanne.



Round Tower - Glendalough

Munster 
Le contee della Provincia del Munster sono: Clare, Cork, Kerry, Limerick, Tipperary e Waterford.
Il Munster è, se possibile, la più verde delle quattro Province. Alcuni tra i suoi paesaggi lasciano davvero senza fiato, come le Cliffs of Moher, uno dei più importanti siti turistici irlandesi e tra le più spettacolari scogliere al mondo, che si innalzano, ripidissime e scoscese, fino a raggiungere più di 200 metri di altezza.


Clare – Cliffs of Moher

Pittoresche strade panoramiche si avvitano sulle montagne per poi ridiscendere verso il mare, passando accanto a monumenti storici e siti archeologici: è il famoso Ring of Kerry, il circuito stradale che si snoda per 179 km nell’Iveragh Peninsula.
Ma il Munster è anche la Provincia di Cork, seconda città della Repubblica, caratterizzata da un florido ambiente artistico e musicale che dona un carattere cosmopolita a questo porto commerciale; e Limerick, antico gioiello che conserva ancora un nucleo antico e il bel castello duecentesco.
Tra la contea di Clare e Galway, si estende il vasto tavolato calcareo del Burren, una regione di notevole importanza da un punto di vista geologico e geomorfologico, formatosi circa 340 milioni di anni fa quando la zona era ancora sotto il livello del mare; oggi il Burren è stato designato “Area speciale di conservazione” dalla Direttiva UE sugli habitat, titolo riservato ai migliori ambienti naturali d’Europa.


Poulnabrone Dolmen - The Burren  

Ulster
Le contee della Provincia dell’Ulster sono: Antrim, Armagh, Cavan, Donegal, Down, Fermanagh, Derry, Monaghan e Tyrone.
La posizione geografica dell’Ulster, all’estremo Nord d’Irlanda e lambita dall’Oceano su tre lati, ha regalato a questa Provincia una costa assai frastagliata e scenografica, con aspre scogliere ma anche dolci spiagge. Si trovano qui alcuni dei paesaggi più belli dell’isola, come la famosa Giant’s Causeway, che forma una vasta distesa di colonne di pietra, fitte e regolari, probabilmente originatesi in seguito ad eruzioni vulcaniche e sedimentazioni laviche. Questa spettacolare e grandiosa formazione rocciosa, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è uno dei luoghi più suggestivi dell’intera Irlanda.
Quanto al Donegal, la più grande regione del paese dove è parlato il Gaelico, è diventato celebre non solo per la costa punteggiata di pittoreschi villaggi, ma anche per l’entroterra selvaggio, su cui dominano alte montagne.
Per maggiori informazioni, rivolgersi al Fáilte Ireland (ente per il turismo irlandese), e al Northern Ireland Tourist Board.


102