Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Domande Frequenti F.A.Q.

AIRE

E’ obbligatorio iscriversi all’AIRE?

Devono iscriversi all’A.I.R.E.i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi.

Entro quanto devo iscrivermi all’AIRE?

È necessario iscriversi entro 90 giorni dal trasferimento all’estero. L’iscrizione può essere fatta anche successivamente, ma non può essere retroattiva

Come faccio a sapere se sono stato iscritto in anagrafe consolare?

La preghiamo di voler indicare il suo indirizzo email sul modulo di richiesta di iscrizione in AIRE Online. Una volta inserito nello schedario consolare, riceverà un messaggio di conferma che la Sua iscrizione è stata inviata al Suo Comune di ultima residenza in Italia o di riferimento in Italia.

Come faccio a sapere se avete ricevuto la mia richiesta di iscrizione all’AIRE?

Se la richiesta di iscrizione all’AIRE è stata correttamente effettuata online, al termine della procedura visualizzerete un messaggio automatico di ringraziamento, riportante un numero identificativo. Se non l’avete visualizzato, si consiglia di procedere da capo, facendo attenzione che i file caricati non superino le dimensioni indicate.

Come faccio a sapere se quello che ho inviato è corretto?

A causa dell’elevata quantità di richieste ricevute da questo ufficio non sarà possibile confermare la correttezza delle singole richieste prima che esse vengano processate, pertanto si prega di assicurarsi di aver inviato tutti i documenti richiesti.

Cosa succede se non aggiorno il mio indirizzo all’estero?

Il mancato aggiornamento di indirizzo rende impossibile il contatto con il cittadino ed il ricevimento della cartolina o del plico elettorale in caso di votazioni e potrebbe comportare la cancellazione dall’AIRE per irreperibilità.

 

STATO CIVILE

Posso chiedere al Consolato il rilascio del mio atto di nascita?

No. Il Consolato non è competente. Gli estratti degli atti di stato civile (nascita, matrimonio e morte) devono essere richiesti direttamente dall’interessato al competente Comune italiano, in cui l’atto è stato formato o trascritto.

Devo registrare la nascita di mio/a figlio/a. Come procedere?

E’ sufficiente inviare per posta tutta la documentazione IN ORIGINALE (le fotocopie non sono accettate). Per maggiori informazioni consulta la pagina

Devo registrare la morte di un familiare. Come procedere?

E’ sufficiente inviare per posta tutta la documentazione IN ORIGINALE (le fotocopie non sono accettate). Per maggiori informazioni consulta la pagina

Devo registrare il mio matrimonio. Come procedere?

E’ sufficiente inviare per posta tutta la documentazione IN ORIGINALE (le fotocopie non sono accettate). Per maggiori informazioni consulta la pagina

Devo registrare il mio Divorzio. Come procedere?

E’ sufficiente inviare per posta tutta la documentazione IN ORIGINALE (le fotocopie non sono accettate). Per maggiori informazioni consulta la pagina

Come ottengo un certificato di residenza?

Gli Uffici consolari non sono titolari delle funzioni di ufficiale di anagrafe e non possono pertanto rilasciare certificati di residenza, compito che può essere assolto esclusivamente dai Comuni italiani sia per quanto riguarda l’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) che per quanto riguarda l’APR (Anagrafe della Popolazione Residente).

Il certificato potrà pertanto essere richiesto all’ultimo comune di residenza in Italia presso la cui AIRE il connazionale risulti essere iscritto.

Si informa che la legge  n. 183 del 12 novembre 2011 all’art.15  consente una completa decertificazione nei rapporti fra Pubblica Amministrazione e privati. Pertanto dal 1° gennaio 2012 le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni (quindi anche da questo Consolato) sono valide ed utilizzabili solo nel rapporto fra privati. Nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione ed i gestori di pubblici servizi, i certificati (quindi anche quello di residenza) sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive (autocertificazioni) o dall’atto di notorietà.

Le Amministrazioni Pubbliche non potranno più chiedere o accettare i certificati.

Nel caso in cui un privato chieda il rilascio di un certificato da consegnare ad altro privato residente all’estero o ad un’Amministrazione di un Paese diverso dall’Italia, anche questo  certificato dovrà essere richiesto al Comune presso la cui AIRE il connazionale risulta essere iscritto, ed è valido solo per l’estero.

Si ricorda che le autocertificazioni NON vengono accettate come prova di residenza per la richiesta di iscrizione in Aire (DL 223/2012).

Desidero modificare il mio nome/cognome: come procedo?

In base agli artt. 84 e seguenti del D.P.R. 396 del 3.11.2000, per modificare il proprio nome o cognome la persona interessata deve presentare una domanda scritta che verrà inviata alla Prefettura del luogo di ultima residenza. Nella domanda si deve:

  1. domanda in bollo da € 16,00

(v. modello cambiamento del nome per maggiorenni)

(v. modello cambiamento del nome per minori)

  1. dichiarazione sostitutiva di certificazione, sottoscritta dal richiedente, attestante il luogo e la data di nascita,  la residenza, lo  stato di famiglia e la cittadinanza

(v. modello di autocertificazione)

  1. eventuale documentazione utile a sostenere le motivazioni della richiesta
  2. fotocopia di un documento di identità (solo se inviata per posta)

Quando il cambio di nome sara’ autorizzato il richiedente dovrà produrre un’ulteriore marca da bollo da apporre sul decreto.

MATRIMONI 

Devo sposarmi in ITALIA, cosa devo fare?

Richiesta di Pubblicazioni di matrimonioinformazioni_ e Modulo DUB-M/1

Devo sposarmi in IRLANDA/ALTRO PAESE, cosa devo fare?

Richiesta di Nulla osta al matrimonio all’estero oppure di Certificato di capacità matrimonialeInformazioni e Modulo DUB-M/2

FAST IT

Il programma non mi permette di caricare i file. Non riesco a caricare i documenti richiesti. Come procedere?

Si consiglia di scannerizzare i documenti in formato PDF: tale formato permette di inserire in uno stesso file più documenti. Si ricorda che ogni file creato non deve superare il peso massimo di 1 Mega (si consiglia di verificare la dimensione dei file e di ridurre la risoluzione dello stesso)

Il tasto “Trasmetti la domanda” non è attivo. Come fare?

Assicurarsi di aver caricato un minimo di tre files.

Sono già iscritto AIRE, ma il programma mi permette unicamente di effettuare un’iscrizione e non il cambio indirizzo. Come fare?

Si suggerisce di verificare di aver creato l’account Fast It inserendo il proprio nome e cognome esattamente come indicati sul proprio documento di identità (non utilizzare lettere accentate ma unicamente l’apostrofo). Inoltre, per coloro che si fossero iscritti prima dell’avvento di Fast it, prima di poter comunicare il cambio indirizzo è necessario richiedere l’accesso alla propria scheda consolare trasmettendo unicamente un documento di identità e attendere che la domanda venga validata.

 

DOCUMENTI DI VIAGGIO

Ho un figlio minore di anni 14 che deve viaggiare non accompagnato da genitori: cosa devo fare?

Occorre presentare in Consolato una dichiarazione di accompagnamento. I genitori possono richiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore oppure, in alternativa, che tali dati siano riportati in una separata attestazione che verrà stampata e rilasciata dall’Ufficio consolare. Nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto sarà rilasciata unicamente l’attestazione.  Informazioni e modulo dichiarazione_di_accompagnamento_per_minori

Cosa fare in caso di furto o smarrimento del di un documento d’identità?

In caso di furto o smarrimento di un documento d’identità, il cittadino italiano residente all’estero deve presentare denuncia presso le Autorità locali (An Garda Siochana) e rivolgersi all’Ambasciata per ottenere un altro documento. Se il connazionale e’ residente in Irlanda, quindi iscritto AIRE, deve prenotare un appuntamento per il rilascio di un nuovo passaporto o carta di identita’ tramite il portale PRENOT@MI 

Se il connazionale e’ temporaneamente in Irlanda, dovra’ recarsi in Ambasciata per il rilascio di un ETD, Emergency Travel Document (vedi giu’ il prossimo punto).

Sono un turista sprovvisto di documenti d’identità e devo rientrare in Italia. Come fare?

In caso di furto o smarrimento di tutti i documenti d’identità, il cittadino italiano che si trova in Irlanda temporaneamente e deve fare rientro in Italia può chiedere l’emissione di un documento temporaneo d’emergenza “ETD”. Per informazioni consultare la pagina (CLICCA QUI)

Il documento di viaggio provvisorio ETD, puo’ essere rilasciato non oltre 5 giorni prima della data di partenza ed esclusivamente per viaggi di ritorno verso il paese di residenza.

Passaporti

Il mio passaporto e’ scaduto o devo richiedere il passaporto per la prima volta, cosa devo fare?

Per ottenere un passaporto, e’ necessario prenotare un appuntamento tramite il portale PRENOT@MI

L’Ambasciata d’Italia a Dublino è competente per il rilascio di passaporti a cittadini italiani residenti in Irlanda e regolarmente iscritti all’A.I.R.E.

I residenti non ancora iscritti possono presentare domanda di passaporto SOLO dopo aver caricato la propria richiesta di iscrizione AIRE on-line (comprensiva di completa ed adeguata documentazione) attraverso il portale FAST.IT [clicca qui]

Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Carte di Identita’

La mia Carta di Identita’ e’ scaduta o devo richiederla per la prima volta, cosa devo fare?

L’Ambasciata d’Italia a Dublino può rilasciare la carta d’identità esclusivamente ai cittadini italiani regolarmente residenti in questa circoscrizione consolare, già registrati nello schedario consolare e i cui dati anagrafici siano già presenti nel registro A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero).

Per ottenere una Carta di Identita’ CIE, e’ necessario prenotare un appuntamento tramite il portale PRENOT@MI

Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Sono iscritto AIRE, ma mi trovo in Italia. Posso richiedere la Carta di Identita’ CIE presso il mio comune?

No, non e’ possibile ottenere la CIE presso il comune se si e’ residenti all’estero. Tuttavia, e’ possibile richiedere presso il comune il formato cartaceo (non plastificato CIE).

VARIE

Sono già iscritto AIRE, ma il programma mi permette unicamente di effettuare un’iscrizione e non il cambio indirizzo. Come fare?

Si suggerisce di verificare di aver creato l’account Fast It inserendo il proprio nome e cognome esattamente come indicati sul proprio documento di identità (non utilizzare lettere accentate ma unicamente l’apostrofo). Inoltre, per coloro che si fossero iscritti prima dell’avvento di Fast it, prima di poter comunicare il cambio indirizzo è necessario richiedere l’accesso alla propria scheda consolare trasmettendo unicamente un documento di identità e attendere che la domanda venga validata. Portale FAST IT

Come fare per sapere se la domanda è stata accettata e trattata?

Occorre verificare lo Status della domanda sul proprio profilo FAST IT.

  • PRESENTATA = la domanda è stata ricevuta ma non è ancora stata trattata.
  • IN LAVORAZIONE = la domanda è stata presa in carico e l’ufficio ha predisposto le verifiche presso il Comune di ultima residenza per acquisire informazioni supplementari (di norma, la conferma che gli atti di Stato Civile – nascite e matrimoni formati all’estero – siano stati regolarmente registrati in Italia).
  • VERIFICA FALLITA = la domanda è stata restituita al richiedente (verificare la propria mail per conoscere la motivazione) che dovrà integrarla con i documenti richiesti via mail e ritrasmetterla entro 30 giorni dalla richiesta.
  • ISTANZA SCADUTA = la domanda restituita (vedasi sopra) non è stata ritrasmessa entro i 30 giorni dalla richiesta e non è più valida. Sarà necessario creare una nuova domanda.
  • TRASMESSA AL COMUNE = la domanda è stata trasmessa al Comune che notificherà direttamente al richiedente l’iscrizione AIRE.

 

Quali browser sono supportati dal sistema di prenotazione appuntamenti?
I browser compatibili con Prenot@mi sono i seguenti: Google Chrome – versione 88 e superiori e Microsoft Edge. L’utilizzo di browser non supportati non garantisce al corretta fruibilità di tutti i contenuti del portale.

Posso richiedere il codice fiscale al Consolato?

Si’ se sei residente in questa circoscrizione consolare. Per info sulle modalità di richiesta si invita a consultare la pagina

Posso rinnovare la patente italiana in Consolato?

No. I cittadini italiani residenti all’estero in un paese dell’Unione Europea e che sono regolarmente iscritti all’AIRE devono rivolgersi per il rinnovo della loro patente esclusivamente alle autorità del Paese di residenza che provvederanno alla conversione della stessa. Se non sono iscritti all’AIRE, avendo mantenuto la propria residenza in Italia, dovranno rivolgersi all’Ufficio della Motorizzazione che in Italia ne ha effettuato il rilascio. Per maggiori informazioni consultare la pagina